La robiola di Roccaverano D.O.P

Custode dell'amore per il cibo

La robiola di Roccaverano D.O.P

Cos’è la robiola di Roccaverano D.O.P.?

Il nome Robiola deriva dal latino “robium”, con riferimento al colore rossiccio che assume la parte esterna della pasta con il progredire della stagionatura del prodotto.
La robiola di Roccaverano è un formaggio prodotto con il 100% di latte di capra.
Il metodo di lavorazione prevede l’utilizzo di latte crudo proveniente da due munte lasciate acidificare per poi procedere con l’aggiunta di caglio di vitello (5ml/hl).
Essendo un formaggio D.O.P. , il disciplinare di produzione impedisce l’utilizzo di starter industriali, quali fermenti e muffe, e di conservanti.
Il prodotto può essere consumato a meno di una settimana dalla produzione, ciò permette la presenza di fermenti lattici vivi donando un gusto acidulo .
Una stagionatura superiore a 10 giorni dona il classico colore rossiccio alla buccia (edibile) ed esalta il quadro aromatico del prodotto, con lievi sentori ircini.

Quali sono le caratteristiche del latte di capra?
Il latte utilizzato per produrre questo magnifico prodotto proviene da due razze caprine: la Roccaverano, una razza autoctona, e la camosciata delle alpi una  razza cosmopolita.
Più digeribile rispetto al latte vaccino, il latte di capra presenta una dimensione ridotta dei globuli di grasso ed un maggiore contenuto di acidi grassi a catena corta(caproico, caprilico e caprico).
Questi ultimi aumentano il livello di assorbimento intestinale.
Questi preziosi acidi grassi inibiscono inoltre l’accumulo di colesterolo nei tessuti favorendone la mobilizzazione dai depositi.
Un’ulteriore caratteristica del latte è data all’alta presenza di selenio e di vitamina A.
Vi è infine un ottimo rapporto calcio-fosforo che permette una corretta mineralizzazione ossea importante per i bambini e le persone anziane.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *